Home Benessere Quali aromi ed additivi possono contenere i nostri alimenti?

Quali aromi ed additivi possono contenere i nostri alimenti?

sa Redazione-RiBio

 E qual è la differenza tra alimenti convenzionali e biologici? Cosa mettono davvero nel nostro cibo?

Mele-bambini-foto-rasmus-Bluhme organici

Le differenze tra produzione di alimenti biologici e convenzionali sono molte, sopratutto esiste un gap qualitativo tra le due tipologie, mentre i prodotti Bio, sono più naturali possibile, i prodotti di derivazione convenzionali possono essere esaltati e modificati con vari prodotti.

Gli aimenti biologici sono prodotti alimentari e derivati, provenienti da agricoltura biologica. L’agricoltura biologica a differenza di quella convenzionale, applica tecniche produttive ( concimi, pesticidi, antiparassitari e fertilizzanti) che escludono l’uso di prodotti chimici e di sintesi, adottando invece prodotti di derivazione naturale.

Gli alimenti convenzionali sono quindi prodotti alimentari e derivati, che provengono da agricoltura convenzionale, intensiva e che viene permesso loro di essere “modificati” con elemtni che ne esaltano aroma e sapore.

Tra l’altro, negli alimenti biologici possono essere utilizzati solo additivi naturali.

Additivi negli alimenti convenzionali

L’industria alimentare nell’UE può utilizzare 379 additivi diversi, ciascun additivo viene evidenziato sull’etichetta della confezione con una lettera E seguita da numeri.

Alcuni di questi additivi consentiti, possono essere problematici. 

Ad esempio, il colorante azoico E155 è sospettato di rendere i bambini iperattivi, inoltre ci sono molte discussioni in merito all’uso combinato del colorante azoico insieme ad altri additivi come: il nitrito, nitrato (E249-252), gli antiossidanti BHA e BHT (E320 ed E321) ed il dolcificante Aspartame (E951) .

La discussione fa riferimento a studi dove si evidenzia un maggior rischio al cancro nei soggetti predisposti che fanno uso di prodotti che hanno questa combinazione di additivi.

Ovviamente è un esempio, ci sono studi in continua evoluzione che vanno a dimsotrare come certe sostanze siano pericolose per la salute.

I dolcificanti artificiali ingannano il corpo

Diversi ricercatori sottolineano che i dolcificanti artificiali in molti prodotti leggeri non biologici possono indurre il tuo corpo a mangiare o bere più di quanto faresti se il prodotto fosse dolcificato con zucchero. 

Il tuo metabolismo reagisce come se il dolcificante fosse zucchero, e quindi il livello di zucchero nel sangue viene abbassato = aumentando così il desiderio continuo di zucchero, invogliandoci a mangiare di più.

Questi tipi di dolcificanti li puoi trovare spesso in molti alimenti dei fast food, nelle bibite zuccherate, anche nei cibi salati perchè sono inodore, insapore.

Che sapore ha?

Oltre agli additivi, ci sono migliaia di aromi che dovrebbero simulare l’aroma naturale, il gusto o migliorare un’esperienza gustativa. 

Un aroma è spesso composto da 10-100 sostanze aromatiche o preparati aromatici. Le sostanze vengono utilizzate frequentemente. Ad esempio nell’acqua “con un sapore di” limone, tutto bello e buono, ma c’è un però, il produttore non deve specificare le sostanze che compongono l’aroma, basterà aggiungere in etichetta “aromi naturali”.

Non è inoltre obbligatorio stabilire se un aroma è naturale, o simile alla natura/artificiale. I produttori infatti dichiarano spesso quando l’aroma è naturale in quanto dà un’impressione positiva del prodotto. 

Se, invece è identico alla natura o artificiale, il più delle volte troverete scritto nell’elenco degli ingredienti: solo “aroma” o “sostanza aromatica”.

aromi naturali

Cibo Biologico

Nel cibo con etichetta “Bio” sono ammessi solo 47 additivi selezionati, questi additivi si estraggono o derivano direttamente dalle piante, devo per ciò essere di origine naturale. 

Ad esempio, la gomma di guar (E412) può essere usata per dare la giusta consistenza nel ketchup, nei condimenti per insalata e altri prodotti. La gomma di guar viene estratta dalle piante.

Nessuna sostanza nociva

L’UE è di tipo preventista, cioè deve aver approvato l’additivo per alimenti prima che possa essere utilizzato nella produzione di alimenti. Contrariamente a come avviene in America, dove un additivo è di default utilizzabile e viene rimosso solo se ci sono studi in merito che ne certifichino al tossicità, quindi i consumatori fanno da cavia.

 Nei cibi biologici, l’UE è molto rigida come disciplinare, sono vietati coloranti sintetici, esaltatori di sapidità e dolcificanti, i coloranti naturali non devono inoltre essere aggiunti esclusivamente per motivi di colore.

Gli aromi artificiali o identici alla natura non sono approvati nei prodotti biologici – sono ammessi solo aromi naturali.

Related Posts

Leave a Comment

RiBio.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente nel rispetto dei dati personali Accetta Info