Home HI-TECH Mattoni hi-tech dalla plastica riciclata- ispirati da un nido di uccelli

Mattoni hi-tech dalla plastica riciclata- ispirati da un nido di uccelli

sa Redazione-RiBio

Un nido di uccelli e mattoni in plastica riciclata – qual’è il nesso?

È stato dimostrato che un nuovo mattone realizzato con rifiuti di plastica domestici riciclati ( bottiglie di plastica, bicchieri, tazze e coperchi) , offre un isolamento 10 volte migliore rispetto ai mattoni tradizionali realizzati in argilla.

 Il dott. Karthikeyan Kandan, professore di ingegneria meccanica presso l’Università De Montfort di Leicester (DMU), ha realizzato uno studio che ha portato alla realizzazione di un nuovo mattone fatto interamente di plastica riclata.

Ritenuto il primo nel suo genere, il mattone è stato costruito con la stampa 3D , e prevede strisce incrociate di materiali plastici riciclati per formare una griglia o una trama simile ad un nido di uccelli.


Il design si ispira totalmente alla natura , dopo che il dott. Kandan ed il suo staff hanno esaminato la struttura del nido dell’uccello tessitore Baya; una razza di uccello rinomato per la sua abilità di costruire nidi.

“L’ingegnosa costruzione del nido dell’uccello tessitore offre un eccellente isolamento termico dalle intemperie ed una buona proprietà termo-regolatrice interna “, ha spiegato il dott. Kandan

“All’interno dei nidi dell’uccello tessitore c’è una camera centrale, che ha lo scopo di mantenere un microclima ideale per la nidificazione e l’ abitabilità.

Replicando questa struttura a ” nucleo centrale”, è stato così fabbricato il primi mattone che migliora l’efficienza energetica degli edifici moderni, capace quindi di ridurre l’impatto ambientale, riducendo i consumi energetici.

Lo staff tecnico dell’università ha testato le caratteristiche di isolamento termico del nuovo mattone, collocandolo il mattone in un calorimetro – un dispositivo utilizzato per misurare il valore U di un oggetto, che può essere impostato per simulare lo standard normativo per gli edifici.

I risultati hanno mostrato che il nuovo design ha prodotto un impressionante valore U di 0,25 Watt per metro Kelvin (W / m²K). Questo mattone in plastica riciclata è dunque 10 volte più efficace di un mattone in laterizio, che ha una media di 2,94 W / m²K.

“Il nostro mattone, realizzato con tutti i tipi di rifiuti di plastica domestici – dai coperchi delle tazze di caffè alle bottiglie di plastica – presenta un enorme involucro termico rispetto ai materiali da costruzione convenzionali”, ha affermato il dott. Kandan.

 “Ciò offre un potenziale significativo non solo per migliorare l’efficienza energetica degli edifici moderni, ma anche per preservare lo spazio e ridurre il peso morto di edifici a più piani.”

Lo staff del progetto è stato invitato a presentare il proprio lavoro al 39 ° Workshop internazionale sulla meccanica computazionale dei materiali a Dubrovnik, in Croazia, a settembre, riscuotendo un notevole successo.

Il prossimo passo sarà quello legato alla produzione industriale e l’applicazione pratica su di un edifico per valutarne la fattibilità e sopratutto la sicurezza e durabilità nel tempo.

Speriamo tutti che questo progetto possa decollare nella maniera giusta, portando un ulteriore opzione di sviluppo edilizio eco-sostenibile, che porti a case con alta efficienza energetica, capaci di ridurre notevolmente i consumi e quindi inquinare meno.

Related Posts

Leave a Comment

RiBio.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente nel rispetto dei dati personali Accetta Info