Home News Caffè: tutto quello che c’è da sapere sulla piantagione di caffè

Caffè: tutto quello che c’è da sapere sulla piantagione di caffè

sa Redazione-RiBio

Il caffè è ormai una parte essenziale della vita delle persone tanto che spesso sentiamo dirre:” non posso vivere senza caffè” Come evidenziato dalle statistiche riguardanti il consumo di caffè dei paesi in tutto il mondo, è decisamente un bene prezioso, di valore.

Ma conosci il lungo processo necessario per preparare un caffè? 

Cosa pensi che ci voglia per arrivare alla tua tazza da terra? 

Parliamo di tutto il duro lavoro che va nella tua tazza di caffè al mattino in questo articolo.

Varietà di caffè: coltivate al sole e coltivate all’ombra

Una cosa che probabilmente può interessare, sono le due principali varietà di caffè: Coffea canephora o caffè Robusta e Caffè Arabica.  Il caffè Robusta è spesso considerato di qualità inferiore tra i due a causa del suo gusto inferiore.

Tuttavia, questa non è l’unica cosa che rende i due tipi diversi l’uno dall’altro. Anche l’ambiente in cui vengono coltivati ​​i caffè è contrastante. Il caffè Arabica è coltivato all’ombra mentre i chicchi di Robusta sono coltivati ​​al sole.

Il caffè coltivato all’ombra è più ecologico

La coltivazione all’ombra è l’approccio più tradizionale alla coltivazione del caffè. Imita il modo in cui i caffè crescono naturalmente, si trova sotto un baldacchino della foresta. 

Se cerchi online il consumo di caffè per paese , i bevitori di caffè lo considerano il metodo migliore.

Le aziende agricole che utilizzano questo metodo utilizzano vari tipi e altezze di alberi da ombra per creare l’ ambiente ideale per la coltivazione del caffè arabica . 

Quando si tratta di impatto sull’ecosistema, l’ambiente coltivato all’ombra è ecologicamente responsabile e diversificato.

È altrettanto positivo che il caffè coltivato all’ombra non abbia bisogno di molti fertilizzanti, perché le foglie e il fogliame degli alberi da ombra forniscono i nutrienti necessari.

 Oltre a questo, ci sono anche altri vantaggi legati al caffè arabica:

  • Riduce l’erosione del suolo, migliorandone così la qualità
  • Mantiene il carbonio fuori dall’atmosfera
  • Aumenta la quantità di biodiversità nell’ecosistema

Il caffè coltivato al sole

I caffè coltivati ​​al sole non sono ben accolti in termini di impatto sull’ecosistema, anzi sono dannosi. 

Tuttavia, è innegabile che abbia alcuni vantaggi cruciali per l’agricoltore. Dopotutto, è stato introdotto dai coltivatori di caffè per aumentare la loro produzione. 

Può danneggiare l’ecosistema e la qualità della chicci è inferiore rispetto a quelli coltivati ​​all’ombra. Tuttavia, il fatto che aumenti i rendimenti è eccellente perché significa maggiori profitti.

Differenze nei processi di piantagione di caffè in diversi paesi

Oltre al metodo di coltivazione, il modo in cui il caffè viene lavorato dopo la raccolta influisce sul gusto.  Paesi diversi hanno processi di piantagione diversi, a causa dei loro habitat.

Etiopia

Il caffè etiope utilizza la lavorazione naturale o “a secco”, che può avere alcuni problemi come la fermentazione eccessiva. In questo metodo, asciugano i chicchi con la frutta del caffè e la mucillagine è ancora intatta dopo il raccolto. Il risultato sono chicchi di caffè dolci e fruttati.

Kenia

Il Kenya elabora i chicchi di caffè lavandoli nelle fabbriche di caffè o nelle postazioni di lavaggio del caffè. Dopo aver prima spolverato i chicci, essi vengono fatti fermentare e lavati (può essere in un ciclo), prima di essere immersi in acqua. 

Successivamente, i chicchi vengono asciugati e fatti riposare su letti rialzati. I risultati sono un caffè dall’aroma citrico, fruttato, ma altamente equilibrato.

Costa Rica

In Costa Rica, impiegano quello che chiamano il “processo del miele”, che si trova tra la lavorazione naturale e quella lavata. 

Con questo metodo, rimuovono la pelle del frutto lasciando la mucillagine. Quindi mettono i chicci sui letti o sui cortili ad asciugare, permettendo loro di assorbire gli zuccheri che fermentano sulla mucillagine.

Brasile

Il Brasile, il più grande produttore di caffè , utilizza processi sia naturali che lavati. Tuttavia, si dice anche che il paese stia utilizzando una tecnologia più recente che meccanizza il processo dalla raccolta dei chicchi di caffè in base alla qualità selezionata.

Consumo di caffè per paese

Ora ti rendi conto di cosa sia una grande produzione di caffè industriale. Rimarrai più sorpreso quando apprendi del consumo di caffè dalle tariffe dei paesi in tutto il mondo.

Le statistiche mostrano che gli Stati Uniti consumano 4,2 kg di caffè per persona all’anno. Gli americani bevono il caffè molto più di Messico e Canada insieme. 

Mentre paesi come , il Marocco ha aumentato il consumo di caffè del 61,9%, la Serbia del 54,3% e l’Egitto dell’82,1%

Ecco qua! Se ami il caffè, è bello sapere come è arrivato nella tua tazza e quante persone amano sorseggiarlo. La gente lo ama così tanto che puoi prendere un master in economia e scienza del caffè in Italia.

Related Posts

Leave a Comment

RiBio.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente nel rispetto dei dati personali Accetta Info