Home GreenBusiness Cos’è la Fibra Tessile della Canapa?

Cos’è la Fibra Tessile della Canapa?

sa Redazione-RiBio

L’Italia e la Canapa, da primi produttori al bando

 

Il nostro bel Paese, aveva un’antica tradizione legata alla produzione e lavorazione della fibra di canapa soprattutto in campo tessile, era un materiale usato per la produzione di cordame e delle vele in tela di olona.

Il tessuto di canapa era inoltre usato spesso al posto del cotone, poichè erano note  le sue alte qualità di resistenza e termoregolazione rispetto al cotone, che aveva solo il beneficio di poter esser facilmente filato.

Eravamo uno dei principali produttori di canapa per filati e tessuti, al Mondo, tra l’altro la miglior fibra  veniva prodottaq proprio in Italia nelle regioni di Emilia-Romagna e Toscana, per lo più nelle provincie di Bologna e Ferrara, dove ancora oggi possiamo trovare laghetti, che venivano usati per macerare gli steli.

La canapa tessile ebbe un momento di boom economico durante l’autoarchia fascista, in quanto il cotone ci era stato bandito, poichè era sotto il monopolio britannico.

Durante questo periodo la produzione della fibra fu  notevolmente ampliata e furono inventati nuovi tessuti come il rayon, fibra artificiale, prodotta dai cascami del cotone e della canapa ed anche il cafioc, prodotto dalla fibra di canapa lunga e corta processate con un tecnica chiamata “sgommatura pesante”.

fibra -di-canapa

Finita l’autoarchia, il cotone alleato invase il mercato ed il proibizionismo della pianta, ci ha fatto dimenticare tecniche lavorative e di coltivazione.

Solo oggi la canapa essendo l’icona della Green Economy, è tornata in voga, per lo più per gli effetti medicali e ludici, anche se tutto il comparto della moda eco-friendly si stà sempre più avvinando a questo tipo di fibra naturale di alta qualità.

L’alta qualità del tessuto è dovuto alle caratteristiche intrinseche della fibra, la canapa infatti è un tessuto termoregolare come il lyocel, cattura l’umidità corporea e ne regola la temperatura.

Un capo di canapa, a titolo grosso ( fibra grossa, meno trattata, come il lino) può essere potenzialmente indossato sia d’estate che d’inverno.

fibra-di-canapa

Perchè la fibra di canapa è ecologica?

La coltivazione della canapa è molto eco-compatibile, se la coltivazione di canapa è tipo intensivo consuma un terzo di quella del cotone, se invece è di tipo biologica riesce a consumare anche meno risorse idriche, in più ha l’enorme vantaggio di non necessitare di fertilizzanti o pesticidi.

Non servono pesticidi poiché la pianta non è ben voluta dagli insetti dannosi, diciamo che viene vista come ultima risorsa alimentare, rispetto ad altri tipi di piante più gustose.

Non necessità di fertilizzanti in quanto è altamente adattabile ai climi, anche se preferisce un terreno friabile, sabbioso.

Come si ottiene la fibra tessile?

La pianta una volta tagliata, viene trinciata separando così in modo meccanico la fibra lunga, dalla fibra corta e dal canapulo.

La fibra lunga, l’anima della pianta, viene macerata o attraverso un processo meccanico, chiamato sgommatura, le viene diminuito il titolo, quindi lo spessore della fibra, eliminando anche i residui di cellulosa e di lignina, dopo questo processo viene poi pettinata e filata, per poi andare in tessitura o rifinizione per un finissaggio.

La fibra corta invece attualmente viene utilizzata come stoppa, compressa e mescolata con la calce per farne mattoni o rivestimenti per la bio-edilizia.

Il canapulo, la parte più legnosa, viene utilizzato anch’esso in bioedilizia, oppure compresso per il pellet o per farne biogas o per l’industria cartaria.

fibra-di-canapa

Il recupero della fibra corta e dei cascami

Come ai tempi dell’autoarchia fascista, anche oggi si cerca di riutilizzare la fibra corta per scopi tessili, non avendo più memorie dei processi tessili di quel momento storico, si procede a tentativi.

In tutto il mondo si cerca un modo per poter riutilizzare i cascami di canapa e la fibra corta, ma i processi industriali usati, ancora non portano un risultato soddisfacente.

Ad oggi si tende quindi a mescolare la fibra di canapa con altre fibre, come: il Modal, l’Elastan ed anche il Cotone.

Related Posts

Leave a Comment

RiBio.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente nel rispetto dei dati personali Accetta Info