Home ABITARE Cosa fare con l’irritante polvere di casa?

Cosa fare con l’irritante polvere di casa?

sa Redazione-RiBio

Starnuti, naso che cola e sonno irrequieto possono essere causati dalla polvere più comune.

L’allergia alla polvere è causata da acari della polvere invisibili ad occhio nudo.

Questi organismi simili ad un ragno si nutrono di forfora rilasciata dalla pelle umana: quindi biancheria da letto e materassi sono l’ambiente ideale per la loro proliferazione. 

acaro della polvere visto al microscopio

Gli acari della polvere possono inoltre essere presenti in casa sia sul paralume del soggiorno che nel tappetino del bagno. Gli acari della polvere si trovano anche in peluche e rivestimenti per mobili. 

Un grammo di polvere rimossa dal materasso può contenere fino a 15.000 acari!  Non importa agli acari se i materassi sono realizzati in materiale naturale o artificiale. Le piccole creature hanno bisogno di oltre il 50% di umidità e una temperatura di 10-30 gradi per riprodursi.

“Gli acari della polvere non sono certamente un segno di cattiva igiene, in quanto possono anche essere trovati in una casa molto pulita”, spiega Krista Ress, un allergologo-immunologo presso l’Ospedale Centrale di East Tallinn . 

Il paradosso è questo, un ambiente molto polveroso può essere privo di acari se non esiste il clima ideale adatto agli acari della polvere.” 

La muffa può anche essere allergene alla polvere domestica, ma gli acari della polvere sono ancora considerati il ​​principale colpevole delle allergie legate alla polvere

Quali sono le cause delle allergie?

Il muco dell’acaro è allergico. Le feci secche e decomposte si mescolano con la polvere e causano allergie alla polvere acute nelle persone sensibili. Gli acari della polvere non vivono molto, ma in pochi mesi possono rilasciare circa 200 volte le feci.

La diagnosi di allergia agli acari della polvere non è diversa dalla diagnosi di altre malattie allergiche. 

Le osservazioni su dove, quando e con chi si manifestano i sintomi sono utili. I test accessori possono includere test cutanei per allergeni degli acari della polvere o, se necessario, il rilevamento di anticorpi anti-acaro nel siero del sangue.

Il trattamento migliore è ridurre l’esposizione agli acari, ma non è sempre un compito facile.

 Il medico può prescrivere farmaci allergici che possono essere assunti anche a lungo. I farmaci antiallergici orali o gli antistaminici sono più comunemente prescritti. 

Inoltre, ci sono farmaci che vengono applicati localmente sul naso, sugli occhi o sul tratto respiratorio inferiore. In caso di allergia agli acari della polvere, il trattamento deve essere regolare e continuare anche dopo che i disturbi iniziali sono stati risolti.

Soluzione ideale: Sbarazzati degli acari della polvere!

Se hai un’allergia alla polvere, puoi apportare piccole modifiche alla tua casa per ridurre il numero di acari e alleviare i sintomi di allergia:

1. Mantenere la temperatura nello spazio abitativo a 20-22 gradi e l’umidità al di sotto del 50%.

2. Non asciugare la biancheria in ambienti chiusi per evitare un’eccessiva umidità.

3. Evita tappeti polverosi, copriletti e animali giocattolo pelosi.

4. Ventilare le stanze almeno una volta al giorno.

5. Utilizzare un aspirapolvere con un filtro HEPA o un aspirapolvere centrale per la pulizia. Il soggetto allergico dovrebbe uscire di casa o indossare una maschera protettiva durante la pulizia. Dopo l’aspirazione, lavare i pavimenti e le altre superfici con un panno umido.

6. Cambiare la biancheria da letto una volta alla settimana e lavarla in acqua di almeno 60 gradi per ottenere i migliori risultati.

7. Sostituire il vecchio materasso con uno nuovo (almeno una volta ogni 8-10 anni) e utilizzare copriletti antipolvere o con tessuti in tencel.

8. Quando ti alzi al mattino, puoi mettere il letto fuori dalal fienstra, lasciando asciugare sia la coperta che il letto dall’umidità corporea che si è accumulata durante la notte.

9. Non conservare la biancheria da letto in luoghi chiusi durante il giorno, ad esempio in una scatola da letto, poiché l’umidità creerà un microclima adatto alla vita degli acari.

10. Occasionalmente, giocattoli e cuscini morbidi possono essere conservati nel congelatore per una notte. Questo aiuta a distruggere la polvere che si è accumulata in essi.

Le allergie si presentano con questi sintomi:

  • naso che cola e congestione nasale,
  • starnuti frequenti,
  • tosse,
  • fiato corto
  • prurito della pelle e sonno irrequieto.

I sintomi allergici possono durare per un breve periodo, ma possono anche essere cronici, spesso peggiorando di notte e al mattino presto.

Related Posts

Leave a Comment

RiBio.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente nel rispetto dei dati personali Accetta Info