Home Rimedi Naturali Calcoli renali ? 10 metodi naturali che aiutano a guarire

Calcoli renali ? 10 metodi naturali che aiutano a guarire

sa Redazione-RiBio

Calcoli renali cosa sono? come ridurli in modo naturale?

I calcoli renali sono materiale inorganico , in particolare il calcio dagli amidi concentrati, che formano agglomerati nei reni.

I calcoli renali si verificano in quasi il 10% della popolazione, molto spesso i calcoli renali iniziano a comparire quando una persona raggiunge i 40 anni. 

I calcoli renali sono più comuni negli uomini, ma anche le donne soffrono di questi problemi. 

I reni sono quelli che schermano il sangue alla ricerca di prodotti di scarto dalle urine. Tuttavia, i sali minerali in eccesso e le sostanze acide si uniscono e, se si sono già accumulati in una certa misura, a causa della cristallizzazione si formano piccoli calcoli simili a grani nei reni. In molti casi questi fastidiosi agglomerati salini escono da sole, ma in altri casi è necessario aiutare il corpo.

Secondo il Dr. Norman Walker , un pioniere negli studi legati alla salute dell’intestino e del corpo con vegetali e frutta in caso di lievi calcoli renali, si può trarre beneficio attraverso un notevole aumento di idratazione con acqua e con 3 tipi di frullato al giorno, eccone le dosi:

1) 470 ml di succo di limone

2) succo di 296 ml di carota, 89 ml di barbabietola da zucchero, 89 ml di cetriolo

3) succo di 296 ml di carota e 177 ml di spinaci. 

Si consiglia di bere almeno mezzo litro di ciascuno dei 3 frutti elencati a rotazione a distanza di 1 o 2 ore.

Assicurati di consultare un medico per determinare quanto sono grandi i tuoi calcoli renali, perché i calcoli di grandi dimensioni richiedono già un intervento medico.

Alimentazione ideale per calcoli renali

Una dieta ricca di sale e più in generale di sodio aumenta l’escrezione urinaria di calcio e riduce il pH delle urine e l’escrezione di citrato, favorendo così la formazione di calcoli di ossalato di calcio da parte dei reni. Per questo motivo e per evitare altre spiacevoli condizioni (ipertensione, obesità, osteoporosi) si consiglia di non assumere più di 5 grammi di sale al giorno, eventualmente sostituirlo con Gomasio o “sale di Sedano”.

Nella prevenzione e anche in presenza di calcoli, studi consolidati mostrano l’efficacia dell’acqua potabile e del limone al mattino, che alcalinizza e sembra distruggere gli agglomerati salini.

10 rimedi naturali per prevenire e contrastare i calcoli ai reni

1. Acqua

L’ acqua favorisce l’escrezione di sali minerali e acidi urici, prevenendo così la formazione di cristalli nei reni. Bere abbastanza acqua minerale previene efficacemente la formazione di calcoli renali, perché una delle cause di questa patologia è la costante mancanza di acqua nell’organismo. L’acqua aiuta a diluire minerali e sali nelle urine, la loro concentrazione è il maggior responsabile della formazione dei calcoli nei reni.

2. Limone

I calcoli ai reni possono essere formati da ossalato di calcio. Il limone contiene acido citrico, che dissolve il calcio e quindi inibisce la produzione di ossalato di calcio. Bere acqua al limone riduce significativamente la formazione di calcoli renali.

Al mattino prendere l’abitudine di bere un bicchiere di acqua calda e limone, prima della colazione, aiuta a prevenire la formazioni di calcoli e migliora la salute del tratto gastro-intestinale.

3. Nigella o cumino nero

La Nigella è un’erba con un effetto diuretico. Inoltre, questo tipo di erba ha guadagnato fama per la sua capacità di trattare l’incontinenza urinaria e accelerare l’escrezione di tossine.  La Nigella ha un effetto protettivo sui reni e può dissolvere efficacemente i calcoli nel tratto urinario.

4. Aceto di Mele

L’ Aceto di mele, come il limone, contiene acido citrico, che consente ai calcoli renali di dissolversi. Inoltre, l’aceto di mele migliora la digestione, bilancia il sangue e l’urina e previene la formazione di problemi gastro intestinali. L’aceto di mele supporta efficacemente il lavoro dei reni e aiuta a espellere le tossine.

5. Uva Ursina

Dette anche bearberry “bacche di orso” , sono piante che fanno parte della medicinale popolare da tempo memore. Le foglie della pianta sono note per i loro effetti anti-infiammatori, che aiutano, tra i tanti benefici attribuiti, a combattere i calcoli renali. Questa pianta ha un effetto detergente e antinfiammatorio e allevia il dolore locale. In caso di infiammazione dei reni o della vescica, bere un tè o decotto utilizzando le foglie.

6. Ortica

L’ ortica allevia il dolore renale in caso di infiammazione. L’ortica aiuta anche con i calcoli perché essendo una pianta diuretica aiuta a rimuovere i calcoli più velocemente ed offre sollievo nel trattare il dolore locale. Assumerla sotto forma di decotto con erbe fresche o infuso, anche con le piante secche.

7. Succo di melograno 

Il melograno è ricco di polifenoli e antiossidanti che proteggono il corpo dallo stress ossidativo e dai danni dei radicali liberi. Il succo di melograno aiuta a regolare la minzione e combatte con successo l’azione dolorosa. Può anche dissolvere l’ossalato di calcio e combattere la formazione di cristalli nel tratto urinario, si consiglia vivamente di bere un frullato da melograno fresco e non ricorrere ai succhi di melograno confezioanti.

8. Prezzemolo

Il prezzemolo ha un effetto diuretico naturale, favorendo l’escrezione di tossine attraverso il tratto urinario. Il prezzemolo contiene molti antiossidanti e quindi combatte i radicali liberi, contiene anche molte vitamine C, K e ferro, rafforzando così il corpo, in modo generale.
Il prezzemolo può aumentare la quantità di urina, regolare il suo pH e ridurre l’ossalato di calcio. 

9. Olio d’oliva

L’olio d’oliva contiene molte vitamine E, D e K. Contiene anche antiossidanti, promuovendo la resistenza del corpo. L’olio d’oliva aiuta anche a sciogliere i calcoli renali, previene la formazione di calcoli e lo sviluppo di malattie.

10. Tè verde

Il Tè verde è ricco di antiossidanti,esta potente pianta diuretica ha molte proprietà curative medicinali che aiutano in molte malattie. Il consumo frequente di tè verde riduce il rischio di calcoli renali.

Related Posts

Leave a Comment

RiBio.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente nel rispetto dei dati personali Accetta Info