Home Benessere 5 metodi per tenere sotto controllo lo zucchero nel sangue

5 metodi per tenere sotto controllo lo zucchero nel sangue

sa Redazione-RiBio

Rimedi fai da te per abbassare lo zucchero nel sangue

La glicemia alta si verifica quando il corpo non è più in grado di trasportare in modo efficiente lo zucchero dal sangue alle cellule. I sintomi della glicemia alta durano a lungo, quindi è importante controllare se durante l’anno manifestiamo questi sintomi e nel caso fare un test di misurazione di livelli glicemici nel sangue.

Ecco i sintomi di glicemia alta:

  • bere frequentemente senza dissetarsi
  • secchezza della bocca e della gola
  • visione offuscata
  • sensazione di stanchezza prolungata durante la giornata ( specialmente dopo i pasti)
  • necessità di urinare più frequentemente del solito
  • perdite di peso anomale

Se ti viene rilevato un alto livello di zucchero nel sangue, se non è controllato, e protrai questa tua condizione, potresti causare l’insorgere del diabete

Diamo un’occhiata più da vicino a cinque modi fai da te, per tenere sotto controllo il livello di zucchero nel sangue. Puoi fai molto per te stesso e la tua Salute.

1. Fai esercizio e allenati regolarmente

L’esercizio fisico regolare ti aiuterà a perdere peso e ad aumentare la sensibilità all’insulina. Una maggiore sensibilità all’insulina significa che le cellule sono in grado di utilizzare meglio lo zucchero nel sangue. L’attività fisica dirige i muscoli a utilizzare l’energia dello zucchero nel sangue, che a sua volta migliora la funzione muscolare.

Buoni esercizi fisici per mantenere normali i livelli di zucchero nel sangue includono, ad esempio, camminata veloce, corsa, ciclismo, danza, trekking e nuoto. Parole chiave importanti qui sono allenamento regolare ed esercizio fisico moderato.

L’attività fisica aumenta la sensibilità all’insulina e aiuta i muscoli ad assorbire lo zucchero necessario dal sangue. Questo a sua volta può portare ad un calo dei livelli di zucchero nel sangue, migliorando anche il metabolismo.

2. Riduci la quantità di carboidrati nella tua dieta

Il corpo converte i carboidrati in zuccheri (principalmente glucosio) e l’insulina trasferisce gli zuccheri alle cellule. Se ti piace mangiare troppi carboidrati o hai problemi con il metabolismo legato all’insulina, questo processo fisiologico tenderà a non funzionar bene ed il livello di zucchero nel sangue aumenterà.

Gli studi hanno dimostrato che una dieta a basso contenuto di carboidrati o carboidrati integrali a lento rilascio di zuccheri come: riso rosso, riso integrale, farro, orzo, avena etc., aiuta a ridurre il picco glicemico e prevenire un improvviso aumento dello zucchero nel sangue. 

Inoltre, una dieta a basso contenuto di carboidrati può aiutare a controllare lo zucchero nel sangue per un lungo periodo di tempo, in casi limite, prima dell’insorgenza del diabete, si consiglia di rivolgersi ad un nutrizionista ed avvicinarsi ad una dieta chetogenica, per non più di 3 mesi.

I carboidrati si trasformano in glucosio, che aumenta i livelli di zucchero nel sangue. Ridurre l’assunzione di carboidrati significa controllare più efficacemente la glicemia.

3. Aumentare l’assunzione di fibre

La fibra rallenta la digestione dei carboidrati e l’assorbimento dello zucchero, inoltre assorbe i grassi, come quelli saturi, evitandone l’assorbimento. 

Per questi motivi, l’uso di fibre, aiuta a mantenere un graduale assorbimento di zucchero, bilanciandone la quantità il livello nel sangue.

Inoltre, un menu ricco di fibre può aiutare a far fronte al diabete di tipo 1 migliorando il metabolismo dello zucchero nel sangue e riducendo i livelli di zucchero nellìorganismo.

Gli alimenti che contengono fibre sono verdure, frutta, legumi e cereali integrali. L’assunzione giornaliera raccomandata è di circa 25 g per le donne e 38 g per gli uomini. Sono circa 14 grammi per ogni 1.000 calorie.

Mangiare fibre aiuta a controllare i livelli di zucchero nel sangue.

4. Bevi abbastanza acqua

Bere abbastanza acqua ogni giorno aiuterà a mantenere bilanciati i livelli di zucchero nel sangue. Oltre a prevenire la disidratazione, aiuta a espellere lo zucchero in eccesso attraverso i reni e quindi l’urina.

Ma quale quantità di acqua è “sufficiente”?

 Non ci sono regole stabilite, poiché le esigenze idriche di ogni persona dipendono direttamente dal clima, dall’attività fisica e da altre variabili. 

Due litri al giorno sono la quantità raccomandata per quasi tutti gli studi. Ciò significa dieci bicchieri al giorno, che è un obiettivo molto raggiungibile.

Il consumo di acqua pulita abbassa lo zucchero nel sangue e riduce il rischio di diabete.

Tuttavia, è importante ricordare che le bevande zuccherate come la limonata e molti succhi aumentano i livelli di glucosio nel sangue, aumentano il peso corporeo e aumentano il rischio di diabete.

Bere molta acqua può ridurre la glicemia e aiutare a prevenire il diabete. L’acqua pulita è la cosa migliore!

5. Riduci lo stress e dormi bene!

Non è certo sorprendente che lo stress influisca anche sullo zucchero nel sangue. Durante lo stress, vengono rilasciati ormoni come il glucagone e cortisolo. Questi ormoni sono responsabili dell’innalzamento dei livelli di zucchero nel sangue.

Pertanto, l’esercizio fisico, i metodi di rilassamento e la meditazione riducono significativamente lo stress e quindi abbassano i livelli di zucchero nel nostro organismo.

Naturalmente, è necessario anche un sonno adeguato e riposante per ridurre lo stress e mantenere una buona salute . 

Cattive abitudini di sonno e stanchezza cronica possono influenzare la sensibilità all’insulina, aumentare l’appetito e il peso. La mancanza di sonno adeguato aumenta anche i livelli di cortisolo.

Le tecniche di esercizio o rilassamento come lo yoga possono ridurre lo stress. Un buon sonno aiuta a mantenere un peso sano e ha un buon effetto sui livelli di zucchero nel sangue.

Seguire queste raccomandazioni può aiutare a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue. Se desideri testare il tuo livello di zucchero nel sangue puoi acquistare il “laboratorio portatile” o fare un test presso una farmacia.

Related Posts

Leave a Comment

RiBio.it utilizza cookies per migliorare l'esperienza dell'utente nel rispetto dei dati personali Accetta Info